Test antidroga da oggi a Verona. Per chi si rifiuta fino a 3.000 euro di multa

agosto 28, 2008

28 agosto 2008

Da oggi a Verona ogni giorno saranno effettuati controlli sulle strade con test antidroga: in occasione di ogni incidente stradale o di controllo serale e notturno, la Polizia municipale oltre al test con l’etilometro sottoporrà i conducenti anche al test antidroga. “Purtroppo gli incidenti stradali, anche mortali, provocati da conducenti alterati dall’uso di sostanze stupefacenti è in continuo aumento – spiega il sindaco Flavio Tosi – e per questo la nostra Polizia municipale si è attrezzata per effettuare quotidianamente i controlli antidroga. È un test che costa 20 euro ad ogni prova, ma penso sia giusto reinvestire in questo modo gli utili provenienti dalle multe per violazioni al Codice della Strada”.

La sperimentazione pratica è stata fatta questa mattina al Comando della Polizia Municipale da due tecnici della ditta Cozart Italia. Un centinaio di agenti, impegnati nei controlli sulle strade, sono stati addestrati all’utilizzo di uno strumento in grado di individuare, in pochi minuti, la presenza di droghe nei liquidi grazie ad un campione di saliva prelevato in tempo reale.

Il dispositivo consentirà alle pattuglie di scoprire se il conducente ha assunto droghe prima di mettersi alla guida. In caso positivo gli agenti potranno accompagnare il fermato in un struttura sanitaria per eseguire prelievi e analisi, così come prevede la procedura del Codice della strada. Sei i gruppi di sostanze, cinque droghe e un farmaco che potranno essere scoperte grazie a questo strumento: oltre a oppiacei, cocaina, THC (il principio attivo della mariuhana) e metamfetamine, ecstasy compresa, verrà individuato anche metadone e benzodiazepine, una classe di farmaci contenuti i molti medicinali con effetti sedativi, ipnotici, ansiolitici, anticonvulsivi, anestetici e miorilassanti, e quindi controindicati per la guida.

Per chi si rifiuta di sottoporsi ai test preliminari o alle prove di laboratorio nelle strutture sanitarie è prevista una denuncia penale, la decurtazione di 10 punti dalla patente, che verrà immediatamente ritirata e sospesa per un periodo da sei mesi a due anni, con revoca in caso di recidiva nel biennio e 2.500 euro di sanzione minima, che salgono a 3.000 se il conducente è coinvolto in un incidente. Il veicolo, dopo un periodo di fermo amministrativo, può essere definitivamente confiscato.

Fonte: l’adige

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: