Italia. Giovanardi: da settembre test antidroga prima di avere la patente

luglio 17, 2008

Un test per verificare se si e’ consumatori di droga e alcol e per chi risulta positivo non ci sara’ il rilascio di patente o patentino. Parte a settembre una nuova campagna per la sicurezza stradale promossa dal Dipartimento per le Politiche Antidroga in 4 citta’ campione: Verona, Perugia, Foggia e Cagliari per ora le prescelte. La campagna si basa su un’iniziativa europea che scattera’ nel 2011 ma che l’Italia mette in campo con tre anni di anticipo per prevenire le stragi su strada.  Ad annunciarla e’ il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla Famiglia, droga e servizio civile, Carlo Giovanardi, che ne ha anticipato i contenuti nell’ambito della conferenza “Sicurezza stradale: invertiamo la rotta”, promossa oggi a Roma da AssoGiovani e Forum Nazionale dei Giovani nell’ambito dell’iniziativa “BastaUnAttimo”. 

“La campagna promossa dal Dipartimento e’ un’iniziativa che punta sulla prevenzione contro l’uso di droghe e alcol per chi si mette al volante. I test verranno realizzati in 4 citta’ campione, scelte tra Nord, Centro, Sud e Isole maggiori, e verranno effettuati su tutti i giovani che faranno richiesta di patente auto o patentino per guidare moto e motorini. Chi risultera’ positivo al test non avra’ il documento di guida.   

“I numeri dei morti, dei giovani che perdono la vita e di tutti quelli che rimangono invalidi a causa di un incidente su strada parlano chiaro: siamo difronte ad una ‘grande guerra’, le cifre sono impressionanti” dice ancora Giovanardi sottolineando che si tratta di “un fenomeno terribile. Questi ragazzi escono di casa la sera tutti vitali e non tornano piu’ alle loro famiglie. Per non parlare poi di quelli che rimangono invalidi”.

“I provvedimenti assunti dal precedente governo, quelli che sta prendendo l’attuale governo, come lo stop alla vendita di alcolici dopo le 2 del mattino, hanno prodotto un calo di vittime sensibile e tra gli emendamenti c’e’ anche la richiesta di vietare la vendita di alcolici non solo per le discoteche o i locali di ritrovo, ma anche per i ristoranti”. “Non c’e’ dubbio -dice il Sottosegretario- che va messa in campo una maggiore severita’, ma ci sono resistenze fortissime. Volevamo portare il divieto ben oltre le 2 del mattino, fino alle 3, ma le categorie coinvolte non si sono rese disponibili ad alcun accordo”.

“Non mi sembra -sottolinea- un modo di collaborare per la sicurezza di giovani e non”. “Inoltre, cito per tutti il caso di Ravenna, il Prefetto ha fatto chiudere un locale inadempiente, ma il giudice di Pace ha rinviato il provvedimento a marzo-aprile 2009 quando e’ in questa stagione, e’ adesso il maggior problema. Spesso si ritirano patenti e si calano punti sulla patente per infrazioni gravi alla sicurezza stradale, poi arriva il giudice di Pace e annulla la sanzione. Bisogna guardare alla vita e alla sicurezza di chi sta in strada”.

Fonte: aduc droghe

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: