Cannabinoidi nell’uccello

maggio 28, 2008

Come abbiamo riscontrato più volte, i problemi derivanti dalla cannabis fumata, sono pressoché i problemi del fumo, fra cui l’inquinamento delle arterie e la conseguente difficoltà di circolazione sanguigna. Visto che il pene è un muscolo che aumenta di volume se irrorato, un intossicazione delle arterie, comporterebbe un minor flusso sanguigno e di conseguenza una difficoltà d’erezione.
Logicamente questo discorso vale anche per le sigarette.

C’è da dire però che nei fumatori cronici, si è riscontrata una diminuzione della concentrazione spermatica, ma le ricerche sono ancora contrastanti.
In Italia ultimamente si è resa nota una ricerca che attribuiva problemi di fertilità non solo ai fumatori cronici di “marijuana”, ma anche a quelli occasionali.
Ma nella stessa ricerca si è voluto anche dimostrare che i cannabinoidi bloccano le cellule che producono e regolano il testosterone, da cui una diminuzione della libido da parte di fumatori cronici…per cui mi puzza di ricerca-propaganda! (come approfondiremo dopo)
Statisticamente, non risulta evidente alcuna tendenza alla sterilità da parte di fumatori di cannabis.
Anzi se devo dirvi la verità, personalmente conosco ragazzi che dalla cannabis ne hanno tratto giovamento anche sotto questo aspetto. Sembrerebbe che un uso metodico di cannabis possa aumentare la “potenza” degli spermatozooi, ma questo non ve lo posso dimostrare con ricerche.

Per quanto riguarda la libido, c’aveva visto meglio Aslinger, ma siccome, non aveva mai assunto cannabinoidi e non aveva fatto alcun test sperimentale, il “coglioncello” fece riferimento agli effetti dell’alcol (che sono diversi) amplificandoli all’inverosimile e creando un luogo comune (che è durato per decine d’anni) che mostrava i fumatori di cannabis in preda ad una voglia irresistibile di denudarsi e di fare l’amore in maniera selvaggia e promiscua.
C’è voluto un bel po’e tante testimonianze , per smentire questo assurda menzogna.
Tra gli effetti più frequentemente descritti dai consumatori, vi sono quelli di aumento del desiderio sessuale, di un orgasmo più coinvolgente ed intenso e di un maggior contatto fisico e spirituale.
E’ questo smentisce le recenti ricerche italiche…
Bisogna dire però che in genere, un aumento della libido avviene soprattutto a consumatori abituali, molto meno ai neofiti (non so dirvi il perché però).
La cannabis in genere è molto probabile che stimoli il desiderio sessuale, ma al contrario dell’alcol, non genera il “crollo” delle inibizioni…anzi, sviluppa una notevole intimità e spesso anche imbarazzo.

Vorrei concludere questa lezione pregando le donne in stato interessante, di non assumere alcuna sostanza psicoattiva durante la gravidanza.
Il feto non ha quasi nessuna protezione…quello che assumete voi, lo assumerà anche il vostro futuro figliolo…e a prescindere se faccia male o no, non mi sembra per niente giusto!!

E con questo concludo le mie lezioni…vabbè ci sarebbero da dire ancora un mare di cose…ma haimè il mio tempo è scaduto.
Non mi resta che salutarvi ed augurarvi tutto il bene del mondo…ve lo meritate, voi da sempre considerati tossici e pericolosi, voi additati, giudicati e biasimati dall’ignoranza pura, voi strumentalizzati e ridotti ad un manipolo di sovversivi-clandestini.
A voi va il mio più sincero augurio…di riprendersi una volta per tutte, i diritti che da anni continuano sistematicamente a negarvi.
Buona fortuna cari ragazzi!

Il professor Josè Tiacca

fonte: tiaccaciproduzioni.org

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: