Italia. Sono 80mila i decessi da tabacco ogni anno

maggio 25, 2008

Sono 11,2 milioni i fumatori in Italia, 6,5 milioni di uomini e 4,7 milioni di donne. Un esercito in calo dell’1,5% nel 2008 rispetto all’anno precedente. A rilevarlo e’ un’indagine dell’istituto di ricerche statistiche Doxa che, su incarico dell’Istituto superiore di sanita’ e in collaborazione con l’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, ha misurato la prevalenza dei fumatori sulla popolazione dai 15 anni in su’.

Nel Belpaese, secondo quanto emerso dalla ricerca presentata ieri a Milano, continuano le defezioni: i tabagisti ‘pentiti’ sono ormai piu’ di 9 milioni e a tradire ‘le bionde’ sono soprattutto gli over 45. La tendenza e’ questa da cinquant’anni e anche le donne, dopo il picco di fumatrici registrato negli anni ’90, si stanno allineando.  Ma non basta. “I morti per malattie da fumo restano 80mila l’anno, un morto ogni sei secondi. Come se sparisse un’intera citta’ di provincia”, osserva Silvio Garattini, presidente del Mario Negri di Milano. Il farmacologo incalza: “Di fronte a una simile strage, mi chiedo come mai non si assista a una mobilitazione da parte del Governo”.

La prima sigaretta, osserva Piergiorgio Zuccaro, direttore dell’Osservatorio Fumo, alcol e droga dell’Istituto superiore di sanita’, “gli adolescenti italiani la accendono in media a 17,4 anni”.  E per questo motivo gli esperti indicano come critica la fascia d’eta’ che va dai 15 ai 17 anni. Una fase in cui il 45% dei fumatori ed ex fumatori colloca il proprio esordio da tabagista. E c’e’ anche chi ha bruciato le tappe: il 17% dei fumatori che confessa di aver avuto un primo contatto con il fumo gia’ prima dei 15 anni. In totale circa un milione e mezzo di ragazzi di eta’ compresa fra i 15 e i 24 anni consuma ogni giorno un pacchetto da dieci bionde. “Un formato che, non a caso, chiediamo da tempo di abolire”, ribadisce Zuccaro.

Oggi il maggior numero di fumatori, circa il 26,4%, ha tra i 25 e i 44 anni. Mentre i piu’ affezionati alle ‘bionde’ sono i meridionali (25,2% di fumatori contro il 19,1% registrato nel Nord Italia). Quasi la meta’ dei tabagisti, rivela ancora l’indagine, consuma meno di 15 sigarette al giorno. I forti fumatori, quelli da 25 sigarette e piu’, sono soprattutto uomini, il doppio rispetto a quanti se ne contano fra le donne (l’11,2% contro il 5,7%).

Non sono pochi neanche coloro che piu’ volte hanno tentato di dire addio al fumo: nell’ultimo anno piu’ di 560mila tabagisti (lo 0,9% in piu’ rispetto al 2007). E fra gli italiani che non hanno ancora sconfitto il vizio c’e’ anche chi ci ha almeno provato: il 20,7% ha smesso solo per qualche giorno, il 24,8% addirittura per qualche mese. Ma senza successo. Anche se il pensiero di una vita senza fumo ha sfiorato il 10,7% degli irriducibili del tabacco.

Quanto alle misure per ridurre il consumo di sigarette nel Paese, gli esperti non hanno dubbi: bisogna continuare sulla strada tracciata dall’ex ministro della Salute Girolamo Sirchia. “E bisognerebbe insistere anche sulla necessita’ di aumentare a cinque euro il prezzo dei pacchetti di sigarette. C’e’ un buon 8,7% che, a fronte di un aumento di spesa, dichiara che abbandonerebbe il vizio del fumo”.

Per Franca Ferrari, direttore ricerche qualitative dell’Istituto Doxa, e’ anche una questione di cattivi esempi. La studiosa ha curato un focus sui bambini di quarta e quinta elementare e di prima media, e ha sottolineato la necessita’ di una comunicazione piu’ sofisticata nei loro confronti. A partire dalla Giornata mondiale senza tabacco che quest’anno l’Organizzazione modiale della sanita’ ha voluto dedicare proprio ai giovani.

L’Oms ha deciso di lanciare un messaggio chiaro: i giovani si proteggono con iniziative governative finalizzate alla proibizione diretta e indiretta di attivita’ promozionali da parte dell’industria del tabacco. “I ragazzi di oggi sono piu’ preparati ma anche piu’ recettivi. A generare confusione sono gli adulti con le loro contraddizioni”.

fonte: aduc.droghe

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: