Scienza: L’uso quotidiano della canapa aumenta il rischio di fibrosi epatica in pazienti con epatite C

maggio 17, 2008

Secondo una ricerca dell’Università della California a San Francisco l’uso quotidiano di cannabis è stato associato a fibrosi epatica da moderata a severa in 204 pazienti con epatite C. Fra il 2001 e il 2004 i partecipanti si sono fatti intervistare per valutare dati demografici, fattori di rischio per HCV e l’uso di cannabis e di alcool. In aggiunta sono stati fatti test virologici e una biopsia epatica. L’età mediana del gruppo era di 46.8 anni, il 69 per cento era maschio, il 49 per cento era di pelle bianca. La frequenza di uso della canapa nei 12 mesi anteriori era quotidiana nel 13.7 per cento, occasionale nel 45.1 per cento e nulla nel 41.2 per cento dei casi. Non c’era fibrosi nel 27.5 per cento dei casi, fibrosi moderata nel 55.4 per cento e fibrosi severa nel 17.2 per cento dei soggetti.

L’uso quotidiano di cannabis ha aumentato le probabilità di fibrosi da moderata a severa di quasi 7 volte. Non c’era nessuna associazione fra uso quotidiano di cannabis e fibrosi lieve. Una limitazione importante dello studio è il metodo, poiché soltanto un esame è stato effettuato, cosa che limita la capacità di stabilire un rapporto temporale fra uso di cannabis e lo stadio della fibrosi. Tuttavia, lo studio conferma uno studio francese del 2004, anche nel quale l’uso quotidiano di cannabis è stato associato con un rischio aumentato per fibrosi del fegato. Gli autori concludono che “gli individui affetti da HCV dovrebbero essere consigliati a ridurre o astenersi dall’uso di cannabis.”

Per ulteriori informazioni: www.natap.org/2006/AASLD/AASLD_07.htm

Per trovare più informazioni sui cannabinoidi e sulla fibrosi del fegato potete cercare bollettini IACM precedenti inserendo la parola chiave “fibrosi” sul sito: www.cannabismed.org, selezionando la lingua italiana.

(Fonte: Ishida JH, Peters MG, Jin C, Louie K, Tan V, Bacchetti P, Terrault NA. Influence of cannabis use on severity of hepatitis C disease. Clin Gastroenterol Hepatol 2008;6(1):6975)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: