Usa. Studio: la proibizione della marijuana costa ai contribuenti 42 miliardi di dollari ogni anno in tasse

maggio 12, 2008

La marijuana “made in Usa” costituisce un business annuale da 113 miliardi di dollari, e costa ai contribuenti 41,8 miliardi di dollari ogni anno in spese destinate alle autorita’ di polizia e giudiziarie e tasse mancate.
Lo studio, “Tasse perdute e altri costi delle leggi sulla marijuana”, di Jon Gettman, sostiene che la vendita di marijuana riguardi soprattutto adolescenti e giovani adulti. I dati rivelano anche che l’industria e’ sostenuta da pochi consumatori pesanti.
Lo studio si basa su diverse fonti tra cui indagini governative, ricerche private e anche la rivista “High Times” per determinare che circa 25 milioni di americani consumano complessivamente circa 13 tonnellate di marijuana ogni anno. Il numero di consumatori, ed il prezzo della marijuana, sono cambiati di poco negli ultimi anni, nonostante gli sforzi continui del Governo con interdizioni e incarcerazioni, spiega lo studio.
Basandosi sui dati governativi secondo cui il 28,7% circa del prodotto interno lordo finisce in tasse destinate ai governi federale, statali e locali, i 113 miliardi di dollari potrebbero fruttare 31 miliardi in tasse. Prendendo per scontato che i reati legati alla marijuana, il 5,54% di tutti gli arresti, richiedono altrettanta percentuale del budget da 193 miliardi di euro destinati alle spese della giustizia penali, Gettman calcola l’ipotetico risparmio annuale in 10,7 miliardi di dollari.
Gettman, che detiene un Ph.D. della George Mason University ed ha pubblicato numerosi studi sul business della marijuana, ammette che i suoi dati sono approssimativi, ma sostiene che lo studio offre una buona idea di cio’ che costa mantenere la sostanza illegale. “I dati reali si trovano probabilmente in mezzo a tutti gli studi pubblicati sull’argomento”, dice. “Sarebbe interessante capire cosa farebbe il Governo con altri 42 miliardi di dollari”.
Il rapporto e’ disponibile sul sito della rivista The Bulletin of Cannabis Reform, l’organizzazione a cui appartiene Gettman.
Ma lontano dai numeri da prima pagina, un esame piu’ approfondito dello studio di Gettman offre un paio di sorprese interessanti. La quantita’ annuale di marijuana consumata, 14 tonnellate, significa un consumo personale equivalente a circa 1,5 – 1,7 canne al giorno della lunghezza e circonferenza impiegata nelle indagini governative (85×25 millimetri). Ma la gran parte dei consumatori non si fa cosi’ tante canne.
Dei 25 milioni di consumatori annuali, circa 12,8 milioni sopra i 18 anni consuma marijuana ogni mese, ed il 23% di questi fuma tre o piu’ canne al giorno. Sotto questo aspetto, la marijuana appare molto simile al mercato dell’alcool, che si basa sul 20% dei consumatori per oltre meta’ del consumo.
Inoltre, lo studio di Gettman sostiene che il 54,8% dei ragazzi fra i 12 ed i 17 anni ed il 52,8% degli adulti sopra i 35 anni sostiene che ottenere marijuana sarebbe facile. La percentuale sale pero’ di 20 punti per gli adulti fra i 18 ed i 34 anni.
Per quanto riguarda la vendita, comunque, i numeri sono piu’ bassi. Secondo un’indagine del Governo citata nel rapporto, il 3,2% dei ragazzi fra i 12 ed i 17 anni ha venduto sostanze illegali, mentre per gli adulti fra 18 e 24 anni di eta’ la percentuale sale a 6. Nuovamente scende al 2,3% per le persone fra i 25 ed i 34 anni, e a 0,7% per gli adulti sopra i 35 anni. Mentre questi numeri riguardano la vendita di qualsiasi droga, e non solo marijuana, Gettman sostiene che la legalizzazione della marijuana porterebbe alla bancarotta molti giovani spacciatori.
“Ora, i ragazzi comprano da altri ragazzi”, spiega. “I costi fissi per entrare nel giro sono abbastanza abbordabili per un ragazzo di 16 anni. Non abbiamo la stessa struttura gia’ in essere per il business dell’alcool. C’e’ un vero e proprio stimolo economico per i bambini a vendere marijuana, e nessun controllo sotto il regime attuale”.

Tratto dalla rivista Forbes online del 1 ottobre 2007

Annunci

Una Risposta to “Usa. Studio: la proibizione della marijuana costa ai contribuenti 42 miliardi di dollari ogni anno in tasse”

  1. carmagnolas Says:

    Drug War Clock

    http://www.drugsense.org/wodclock.htm

    ->Money Spent on the War On Drugs this Year

    ->People Arrested for Drug Law Offenses this Year

    ->People Arrested for Cannabis Law Offenses this Year

    ->People Incarcerated for DrugPreventable HIV Infections this Year

    ->Preventable HIV Infections this Year


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: