Germania: maggioranza a favore dell’uso terapeutico della cannabis

maggio 11, 2008

C’è un diffuso sostegno tra la popolazione tedesca a favore dell’uso dei derivati naturali della cannabis nel trattamento medico dei malati gravi. Una larga maggioranza è anche favorevole a che i costi del trattamento col dronabinolo, il componente attivo della cannabis, siano coperti dalle mutue. Questo è quanto risulta da un sondaggio condotto dall’Istituto Allensbach nel mese di giugno. Il favore più alto è stato espresso dagli strati più istruiti e dai sostenitori dei partiti minori, come i liberali (FDP, Partito Liberale Democratico), i verdi e i socialisti (partiti di sinistra). Ma anche fra i diplomati e fra i fedeli del Partito Cristiano Democratico (CDU/CSU) la percentuale dei favorevoli andava oltre il 70%.

Secondo i risultati del sondaggio, il 77% dei tedeschi è favorevole a consentire un trattamento dei malati gravi con derivati naturali della canapa, come la marijuana o l’hashish, a patto che sia un medico a raccomandare il trattamento e la mutua rifiuti di pagare la terapia col dronabinolo. Solo l’11% dei partecipanti al sondaggio ha manifestato parere contrario. Inoltre, il 77% dei tedeschi è favorevole a che le mutue coprano i costi del trattamento col dronabinolo, purché ci sia la ragionevole certezza dell’efficacia del farmaco. Solo il 7% si è dichiarato contrario.

Il sondaggio è stato eseguito su 1438 cittadini, di età uguale o superiore ai 16 anni, che sono stati intervistati individualmente sulle loro conoscenze e opinioni sull’impiego medico dei derivati della cannabis. Il 69% di coloro che hanno risposto era già al corrente dell’uso per scopi medicinali della cannabis o dei suoi derivati di sintesi contenenti lo stesso principio attivo, mentre solo il 31% ne è venuto a conoscenza per la prima volta nel corso dell’intervista.

Secondo l’Associazione Germanica per la Cannabis Terapeutica (ACM), Neunkirchen-Seelscheid, che aveva commissionato lo studio, questo è stato il primo sondaggio su questo argomento in un paese dell’Unione EURopea. Il Dr Franjo Grotenhermen, presidente dell’ACM, si è dichiarato molto lieto e, non più di tanto, sorpreso dei risultati. “In sondaggi analoghi condotti negli USA la risposta favorevole ha toccato fra il 60% e il 70%, mentre in Canada ha raggiunto il 90% circa”, ha affermato Grotenhermen. “La gente sa distinguere fra l’uso medico e quello ricreativo dei derivati della cannabis. Visto che la situazione legale è insoddisfacente, vorrei che i politici responsabili meditassero sui risultati. Gli assuntori di cannabis terapeutica non dovrebbero più essere obbligati all’illegalità”.

Lo studio sulla cannabis terapeutica dell’Istituto di Sondaggi Allensbach è disponibile per essere scaricato come documento pdf sul sito: www.cannabis-med.org/german/allensbach.pdf

Fonte: Iacm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: